Spolveriamo qualche concetto

Potrebbe risultare pesante ma per comprendere, descrivere e analizzare il fenomeno del suono chi meglio della matematica può descriverlo? La cosa principale è spolverare qualche piccolo concetto, nulla di troppo impegnativo. Fondare belle basi solide ci conferisce una comprensione migliore del fenomeno suono.

Dato che questi articoli sono pensati per chi non ha competenze in materia.. tu lettore che ne sai di più comprendi il fatto che in alcuni casi il linguaggio rigoroso scientifico non è molto comprensibile per un neofita per questo mi scuso in anticipo per il gergo che userò da qui in poi.

Definizione di Potenza: La Potenza è il numero dato dal prodotto di “n” Fattori uguali. quando si effettua una moltiplicazione i numeri che moltiplichiamo li chiamiamo Fattori. Per esempio se vogliamo se volessimo esprimere una potenza potremmo indicare il numero per esempio 2 e come indice il numero di colte che lo vorremmo moltiplicare per se stesso. Due elevato alla seconda indicato con una espressione matematica sarà: 2*2=4.

La Radice è la funzione matematica inversa della potenza. La Radice ennesima (esponente della radice) di un numero REALE ‘a’ è un numero Reale ‘b’ tale che ‘b’ sia uguale alla radice ennesima ; es. b= √a.

A finche si possa calcolare una radice devo esserci dei presupposti, non sempre è possibile calcolare la radice ennesima di un numero. queste condizioni sono le seguenti: a finche un radicale esista nel campo dei numeri reali la radice ed il radicando devono assumere un insieme di valori definito.
-Se la radice ha indice pari il radicando deve essere positivo o uguale a 0.
-Se la radice ha indice dispari il radicando può essere minore di 0.

I Logaritmi sono una terza funzione che si appoggia alla funzione esponenziale. Il Logaritmo lo possiamo definire così: il logaritmo di un numero ‘x’ in una data base ‘a’ è l’esponente al quale la base ‘a’ deve essere
elevata per ottenere ‘x’. In pratica il risultato del logaritmo è quante volte dobbiamo moltiplicare per se stesso la base del Logaritmo. Facciamo un esempio pratico; Logaritmo in base due di quattro è uguale a due, la domanda che dovete porvi è quante volte devo moltiplicare la base per se stesso? In questo caso la base del Logaritmo è due lo moltiplico per due volte e ottengo quattro.

Se dovessimo rappresentare la funzione Logaritmica  vedremo che per valori negativi la pendenza della curva sarà molto ripida e per valori positivi notiamo una la curva tende a uno.’

Si ok ma tutto questo per dire cosa?? Gli esseri umani hanno una percezione della pressione sonora Logaritmica. Se ci mettessero in una stanza in totale silenzio potremmo percepire il suono del nostro corpo respiro, cuore ecc.. cosa che in generale a lavoro a scuola o in qualsiasi posto per quanto silenzioso non avvertiamo istantaneamente. E quindi se sentiamo il nostro rumore del nostro respiro quando passa un treno in stazione ci dovrebbero scoppiare i timpani per quanto siamo sensibili? E bene no! Uniamo ora  quello appena detto con il grafico della funzione Logaritmo. Cosa notiamo? Che a valori di pressiamo sonora molto bassi la nostra percezione uditiva è molto sviluppata, e a valori molto grandi di pressione sonora noi non sentiamo molta differenza se mentre passa il treno a qualcuno è caduta la valigia a terra, ma se fossimo in un ambiente silenzioso potremmo capire le dimensioni, il materiale, il peso della valigia che è caduta. Cosa più estrema se fossimo in una ferrovia e non pasa un solo treno ma due o tre addirittura.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.